Facebook Twitter
webdirectorysites.com

Ci Stiamo Innamorando Di Google?

Pubblicato il Febbraio 15, 2022 da Alden Detrick

I siti Web appena lanciati vengono sempre più attirati dai robot di Google come normali, tuttavia le informazioni che ottengono non vengono modificate in elenchi di pagina effettivi per gli orari che superano, in alcuni casi, nove mesi.

Questo ritardo degli elenchi si stabilisce come "sandbox" e sembra influire anche siti esistenti che subiscono significativi cambiamenti di progettazione o navigazione.

Come per tutto ciò che Google ha riferito, la natura precisa di qualsiasi filtro o cambiamenti algoritmici rimane puramente congettura poiché Google non rivela mai nulla sui suoi meccanismi interni.

Le prove empiriche sembrano tuttavia indicare un filtro di ritardo applicato da Google per impedire a coloro che desiderano manipolare ingiustamente i suoi elenchi di ricerca.

Queste tecniche di spamming a breve termine prevedono l'istituzione di un gran numero di siti Internet ottimizzati del motore di ricerca su Internet che si collegano tra loro con l'unico obiettivo reale di manipolare il SERP di Google a loro favore, senza fornire alcun valore reale al ricercatore ignaro.

In questo caso, i motivi di Google per ritardare la catalogazione di nuovi siti Web per nove mesi, sembrerebbero davvero onorevoli nelle sue intenzioni.

Il problema è che i proprietari di nuovi siti Internet legittimi vengono sempre più negati la possibilità di mettere i propri prodotti davanti al pubblico enorme di Google.

Quelli di una natura significativamente inferiore alla generosa possono dire che può essere un tentativo da parte di Google di non liberare mai il pianeta degli spammer per motori di Internet, ma piuttosto è davvero un'operazione segreta fatta per un aumento dei ricavi pubblicitari poiché i siti Web hanno negato gli elenchi organici su Google sono forzati Per ricorrere alla pubblicità per copertura per clic tramite il programma pubblicitario di Google.

In effetti, la maggior parte ora chiede apertamente perché Google non offrirà agli utenti la scelta di trovare il favoloso "sandbox" per nuovi siti e contenuti Internet e offrono avvertimenti questi nuovi siti non si sono ancora dimostrati attraverso la longevità, la pertinenza o la popolarità.

I boschi all'interno della comunità web ora spiegano che la qualità iniziale che li ha attratti per la prima volta su Google, l'opportunità di trovare facilmente contenuti nuovi ed eccitanti, è attualmente assente dalle sue offerte attuali e che alternative come ad esempio Bing ora forniscono un vero accordo su Contenuti nuovi e originali.

Il fattore molto importante che ha sempre resistito a Google in buona posizione è la sua capacità di adattarsi ed evolvere il fatto che rispecchia i requisiti della comunità web.

Solo il tempo dirà se è mistico "sandbox" si rivela troppo un filtro anti-spamming e quando Google può ancora una volta tornare agli affetti della comunità net.